Dal supporto psicologico al teatro, il Maeci approva fondi per quattro progetti

Il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, in collaborazione con l’ambasciata italiana in Israele, ha approvato lo stanziamento di fondi per tutti e quattro i progetti proposti dal Comites Tel Aviv per il 2021: Punto di Sostegno Sociale (PoSSo), Laboratorio Teatrale, Assistenza Pensionati, Progetto Positività.

Riconfermati per la terza volta e anzi incrementati i fondi per il Punto di Sostegno Sociale, che mette a disposizione degli italiani immigrati in Israele l’opportunità di rivolgersi a uno specialista versando soltanto un contributo simbolico. Nato da un’idea della psicologa fiorentina Giulia Albertini, lei stessa arrivata a Tel Aviv soltanto da qualche anno, PoSSo è operativo dal 2018 e ha al suo attivo decine di incontri. Un’iniziativa che, come sottolineato nella presentazione fornita al Maeci, diventa ancora più importante a fronte dell’emergenza coronavirus che ha accresciuto le situazioni di fragilità in tutto il mondo.

Secondo anno di finanziamenti per il Laboratorio Teatrale guidato da Giordana Sermoneta. Nell’ambito del progetto, un gruppo di italiani a Tel Aviv si ritrova periodicamente per scrivere insieme un testo teatrale che racconti le proprie esperienze e quotidianità di immigrati. L’obiettivo finale è quello di allestire un vero e proprio spettacolo.

Ricevono poi sostegno per la prima volta due nuove iniziative, Assistenza pensionati, rivolta agli immigrati italiani in Israele che percepiscono una pensione INPS ma non hanno dimestichezza con mezzi informatici o non hanno parenti/amici in grado di aiutarli, e Positività, nato con l’idea di incoraggiare gli assistiti a rafforzare la fiducia in sé stessi, messa a dura prova in momenti di crisi collettiva.

Un servizio di sostegno ai pensionati italiani per espletare incombenze burocratiche svolto da volontari esiste già dal 2017 ed è attualmente coordinato dalla consigliera Comites Giordana Mosseri. Tuttavia, data la mole di lavoro si rende necessario rafforzarlo e a questo scopo è stato richiesto il finanziamento Maeci.

Il Progetto Positività consiste invece in un corso tenuto dalla consigliera Comites Angelica Calò Livne. Una prima edizione dell’iniziativa si è svolta negli scorsi mesi, dopo l’inizio dell’emergenza Covid con numerose sessioni organizzate online che hanno visto la partecipazione di oltre quaranta persone da tutta Israele e da Italia, Francia e Belgio. Il finanziamento permetterà la realizzazione di un nuovo ciclo di incontri.

Tutti i progetti proposti al Maeci sono stati approvati dall’unanimità dai consiglieri Comites. Soddisfazione per il risultato raggiunto è stata espressa dal presidente Raphael Barki, che ha ringraziato il ministero e l’ambasciata italiana per la fiducia accordata.

Dove siamo

Indirizzo: 1, Nachal Soreq, Tel Aviv

Telefono: +972 53-585-5658

Mail: info@comites.org.il

Contatti